sabato 24 dicembre 2011

Monte Mucrone - *Il canalino*

È assai strano salire una goulotte su una montagna di soli 2335 metri, con la pianura dietro la schiena... è quello che succede sulla parete nord est del Monte Mucrone. La via in questione si chiama semplicemente *Il canalino* (250 m, II/2 M6): si tratta di un itinerario estivo che percorre il fondo di un profondo colatoio. In inverno si trasforma in una vera e propria goulotte con passaggi molto interessanti e abbondantemente protetti a fix... terreno ideale per impratichirsi in sicurezza con il dry-tooling non estremo.
Attualmente le condizioni per salire questa via sono ottime, con poca neve per l’avvicinamento e per la discesa. La funivia di Oropa inoltre ne facilita la logistica.

Materiale: 1 corda da 50 m, 8 rinvii, 3 friends medi se si vuole salire la variante diretta a destra del passo dell’uovo.
Esposizione: nord est (incassato).
Avvicinamento: in falsopiano dalla stazione superiore della funivia, oltrepassando tre costoni lungo un marcato sentiero contrassegnato da bolli rossi. 45 minuti circa.
Discesa: è possibile scendere in doppia lungo la via, anche con una corda singola... ma è di gran lunga più consigliabile uscire in vetta per pendii a 40/50° e percorrere la via normale di discesa che riconduce comodamente alla funivia. Calcolare 45 minuti.

Avvicinamento al Monte Mucrone con lo sfondo dell'omonimo lago ghiacciato

Il sentiero presenta tratti attrezzati in corrispondenza dei pendii più esposti

Al termine del primo tiro del *Canalino*

Neve pressata e brevi tratti di misto

Variante diretta (M6+, non attrezzata) a destra del passo dell'uovo

Il celebre passaggio della pera 'ncastrà, agevolmente fattibile in dry-tooling

Forte vento per Alessandra in vetta al Monte Mucrone

Monte Mucrone con la pianura sullo sfondo

La freccia rossa indica l'attacco della via, ben visibile dalla funivia